IL TEAM JAMAICANO INCOLPA L'ORGANIZZAZIONE LONDINESE PER L'INFORTUNIO DI BOLT

by - 20:42:00


Sabato 12/08/17, tutto il mondo incollato alla televisione per vedere l'ultima gara del "Fulmine" Usain Bolt.

Colpo di pistola, si parte, staffetta 4x100 maschile.

Tutto fila liscio fino al cambio tra il terzo corridore jamaicano e Bolt. Passaggio di testimone perfetto, ultimi 100 metri di Usain prima del ritiro, ma ecco che, dopo pochi passi, l'uomo più veloce del mondo si accascia a terra, dolorante.

Sicuramente la stella jamaicana non si aspettava di concludere così la sua strepitosa carriera, ma d'altronde, gli infortuni capitano, soprattutto tra gli atleti professionisti.

Il suo compagno di squadra Yohan Blake la pensa diversamente, secondo quest'ultimo infatti l'infortunio sarebbe stato causato dall'organizzazione londinese che avrebbe ritardato di dieci minuti la partenza della staffetta a causa di due cerimonie di premiazione.

Lo stesso Blake, secondo quanto riporta "The Telegraph", ricondurrebbe la causa dell'infortunio di Bolt alla lunga attesa intercorsa prima della partenza:
"I think they were holding us too long in the call room. The walk was too long. Usain was really cold. In fact Usain said to me, Yohan,I think this is crazy".
It was40 minutes and two medal presentations before our run. We keep warming up and waiting, then warming up and wainting. I think it got the better of us.
We were over warm. And to see a true legend, a true champion go out there and struggling like that... The race was 10 minutes late, we were kept 40 minutes and it was a 300 metre walk. It was crazy."

La pensa alla stessa maniera anche un altro membro del team jamaicano, Oman McLeod, ancora incredulo dell'attesa di oltre 40 minuti prima della partenza causata dalle cerimonie di premiazione.

Il Dr. Kevin Jones, medico del team jamaicano, ha confermato che a fermare l'uomo più veloce del mondo è stato un crampo alla gamba sinistra e che, tuttavia, il dolore maggiore per Usain non è stato provocato dal crampo in sé, piuttosto dall'aver perso la gara.


You May Also Like

0 commenti