Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Storie di Sneakerheads Italiani – EP 3 – Martina Belpassi

Storie di Sneakerheads Italiani - EP 3 - Martina Belpassi

Nome: Martina Belpassi, per gli amici Mars
Città: Roma, anzi un pò fuori Roma…verso il mare Acilia.
Occupazione: Ho un mio negozio di abbigliamento che si chiama Nefheli, dove faccio anche consulenza d’immagine. Amo disegnare e cantare.
Profilo Instagram: marsgoldencurly

1) Ci pare doveroso iniziare dalla tua storia personale, raccontaci qualcosa di te! Chi sei, dove sei cresciuta e qual è il tuo background.
Sono Martina e ho 29 anni sulla carta, anche se me ne danno 24 (mi và bene così) e non ho il dono della sintesi, lo dico subito!
Sin da piccola le mie passioni più grandi, insieme a tante altre come la fotografia e i viaggi e una dose smisurata di creatività e immaginazione (per questo mi definisco sempre con la testa fra le nuvole), sono il disegno ed il canto. Ho iniziato a disegnare da piccina, insieme a mia Zia. Principalmente disegnavo abiti che poi, con delle vecchie camicie da notte di mia mamma e una spilla da balia, ricreavo a modo mio per le mie bambole.
Sono stata tre anni in Africa, in Eritrea precisamente, ed è stata una delle esperienze più belle e formative della mia vita. L’Africa ti rimane dentro. Spero di tornarci un giorno… E’ anche grazie a quest’esperienza che sono quel che sono e per questo devo ringraziare i miei genitori.
Ho frequentato il Liceo Artistico e in seguito mi sono laureata all’Accademia di Moda e Costume. Ho dedicato la mia tesi e collezione di abiti finali proprio alla clutura hip-hop e alle sneakers. A come questo mondo, che tanto amo, ha influenzato la moda fino ad oggi. Sono andata a discutere la tesi con un abito elegante e le Adidas superstar. Ho sempre cantato da autodidatta, purtroppo, ma prima o poi vorrei fare delle lezioni… dal 2008 con i miei amici rapper e il mio ragazzo abbiamo fondato la ROAR, una “crew” musicale e di amici con la passione per l’hiphop e l’RnB.  Abbiamo cantanto per centri sociali e posti underground in eventi hip-hop e aperto un nostro piccolo studio di registrazione: il Royal Studio. Da qui, ma in realtà anche da molto tempo prima (circa il 2005) quando giocavo a basket, che è inzianto il mio amore infinito per le sneakers.

2) Il tuo profilo Instagram è molto curato e diverso dai soliti. Si vede la forte vena artistica che ti caratterizza e la passione per le sneakers. Dov’è nata l’idea dei tuoi post e da dove trai ispirazione?
Già quando frequentavo il Liceo Artistico e poi l’Accademia, con la mia fedele penna nera, disegnavo ovunquw. Poi ho iniziato a disegnare sulle fotografie: schizzavo al volo sulle foto della ricerca per il moodboard delle collezioni variazioni degli abiti e da lì poi non ho più smesso… fino a quando sono arrivate le stories su IG. Ho iniziato a disegnare anche sulle storie e poi, quando ho comprato l’ipad, sulle mie foto di instragam. Mi piace immergere le mie foto in un mondo colorato/disegnato e immaginario.

Storie di Sneakerheads Italiani - EP 3 - Martina Belpassi

3) Cosa ti ha avvicinato a questo mondo?
Sicuramente due fattori: la mia passione per il basket e Micheal Jordan. Tutto risalante all’epoca in cui iniziai a giocare Basket. Prima in una squadra mista e poi, a 14 anni, in una maschilei. Ah… non dimentichiamoci la musica, anche lei ha contribuito!

4) Qual è stato il primo paio di sneakers che hai comprato?
Delle Air Force I alte bianche, con cui feci uno dei nostri primi concerti underground.

5) Oggi quante paia possiedi?
27 paia circa, di cui 16 sono Nike o Jordan. Ma la mia wish-list è ancora moooolto lunga, e non parlo solo di Nike.

Storie di Sneakerheads Italiani - EP 3 - Martina Belpassi

6) Se dovessi scegliere la tua TOP 3 di tutti i tempi, quali sneakers sceglieresti?
Jordan I, Airforce I e Air Joran 5 Grapes Utha jazz.

7) Qual è il brand al quale sei più legata?
Mi piacciono molti brand ma più di tutti sicuramente Nike. Non a caso ho dedicato alle “Nikey” anche una mia canzone. Nah Nah Amo solo le mie Nikey… (Ascoltala su YouTube).

8) Come abbini il tuo outfit alle tue sneakers? Segui dei criteri predefiniti?
Mi vengono in mente abbinamenti con le mie scarpe in ogni momento della giornata e guardandomi intorno, prendo inspirazione da tutto. Natura, Design, moda Vintage. Adoro mixare oversize a shape più attillate. Mi piace indossare le mie sneakers anche in occasioni in cui magari altri indosserebbero altro. 

Storie di Sneakerheads Italiani - EP 3 - Martina Belpassi

9) Se potessi indossare un solo paio di sneakers per il resto della tua vita, quale sarebbe e in che colorazione?
Posso sceglierne due? Air Jordan I Black Toe e Air Force I….rigorosamente basse e BIANCHE. Per me LE scarpe, entrambe.

10) La cultura delle sneakers sta vivendo il suo periodo d’oro. Pensi sia dovuto solo ai social media oppure c’è una ragione particolare?
Sì, i social stanno aiutando molto. Vedo tanti neo appassionati e ne sono contenta… ma volte è solo per moda. Tanti si sono apassionati durante la quarantena dopo aver visto su Netflix “The Last Dance”. Da un pò di anni i brand di moda di alta fascia hanno inziato a introdurre nelle loro collezioni le sneakers, a partire da Balenciaga all’epoca di Wang (ricordo che fece anche una collab con Adidas Originals… mi innamorari delle “AW BBALL” erano pazzesche) fino ad oggi con le famosissime Triple S, passando per Gucci, Margiela, Valentino e Dolce&Gabbana (per citarne alcuni). Anche la Musica e gli sportivi di questi anni stanno aiutando molto questo ritorno di fiamma. Come fu negli anni 80.  Tutto torna. Nell’ambito musicale per esempio, dall’America all’Italia i fans dei rapper, dei trapper o dei calciatori, tennisti e cestisti si ispirano molto a loro e al loro modo di vestire e aspettano i drop delle loro sneakers Limited Edition con ansia. Rapper famosi come Kayne West, Pharrel Williams e Travis Scott hanno collaborato con i brad di sneakers più famosi e creato modelli unici andati in sold out con un solo drop. Alcuni di loro poi hanno anche creato le loro linee di moda. Anche in Italia i cantanti come Sfera Ebbasta, Marracash, Guè, Mecna, Lazza, Roshelle e Fabri Fibra hanno uno o più brand preferiti, senza contare i contratti che alcuni di loro hanno con essi e questo di consegnenza porta i loro fan a innamorarsi di qualcosa vista su di loro. E’ normale… speriamo solo che nessuno di loro indossi mai delle Hogan! 

Storie di Sneakerheads Italiani - EP 3 - Martina Belpassi

11) Dove compri solitamente le sneakers? Hai un rivenditore di fiducia?
Di solito su internet. Zalando, Asos e simili. Ho mille sneakers salvate nelle wishlist virtuali. Mi piace però anche andare per negozi e provarle ai piedi. Tipo da Space 23, One Block Down, Urban Jungle e Foot Locker. Anche da Nike Factory trovo spesso tante chicce.

12) Compri le sneakers solo per passione o anche per reselling?
Passione. Pura passione sfegatata.

13) Ultima domanda, hai un paio che hai sempre voluto ma che purtroppo non sei riuscita a coppare durante la release?
Sicuramente le Jordan 5 Grapes Utah Jazz, hanno dei colori super gas! Ah… anche le Uptempo del 96 con i profili bianchi. Non scorderò mai invece quando sono riuscita a coppare le mie Jordan I Retro High Blk/White nel 2013, quando non erano ancora conosciute e quindi vendute a un prezzo mini per quello che valgono! questo un pó mi rincuora…

ALTRI ARTICOLI